Porto di Brindisi-mappe, cartine,servizi - Mare Adriatico - Mediterranean Sea -  Crociere - navi da crociera,traghetti, Vacanze, hotel, alberghi, villagi vacanze, appartamenti, bed & brekfast, ville,
Condividi HOMEAVVISI AI NAVIGANTI Marina di Villanova Ostuni - Mare Adriatico -Italy
Hotel Blumarine Residence Club

DESCRIZIONE :
Villanova č una frazione del comune di Ostuni (BR), situata sulla costa adriatica, a circa 7 chilometri dal capoluogo del comune di appartenenza e a circa 35 chilomeri da Brindisi. E' la frazione principale della cosiddetta "Marina di Ostuni" che si estende dal Parco naturale delle Dune costiere e l'adiacente frazione Pilone, fino alla frazione Santa Lucia - Torre Pozzella. In questo tratto di costa sono note le localitā turistiche di Rosa Marina, Monticelli, Diana Marina, Gorgognolo, Costa Merlata e Cala dei Ginepri. Villanova dispone di un porticciolo turistico ai piedi del basso castello fortilizio del XIV secolo. Attorno alla zona del porto il nucleo centrale del centro abitato che comprende anche le zone di Camerini e Fontanelle.

Sequestri e denunce a piede libero presso il porto di Villanova di Ostuni.
6 feb - Si č conclusa una intensa attivitā di controllo mirata al contrasto delle attivitā illecite sul pubblico demanio marittimo ricadente all'interno dell'approdo turistico di Villanova di Ostuni, da parte dei militari del nucleo di polizia giudiziaria della Capitaneria di porto - Guardia costiera di Porto Brindisi, coordinati dal capitano di vascello (cp) Giuseppe Minotauro, in sinergica collaborazione con il personale di Polizia municipale - settore edilizia del comune di Ostuni. Tutte le aree demaniali marittime in concessione a ditte/associazioni operanti all'interno dell'approdo turistico, sono state passate al setaccio dai militari e dal personale di polizia municipale. L'attenzione dei militari era diretta sulla documentazione autorizzativa nelle disponibilitā dei legittimi rappresentanti legali. "Il porto di Villanova - precisa la Capitaneria - si localizza in una zona geografica sottoposta a vari vincoli: edilizio, paesaggistico, architettonico, archeologico, oltre agli aspetti demaniali marittimi". La capillare attivitā di controllo svolta, ha portato: al sequestro penale, di due aree demaniali marittime consistenti in totali 4.000 metri quadrati circa, con la successiva denuncia a piede libero di due persone, per irregolaritā di carattere demaniale, per l'occupazione a mezzo pontili galleggianti e manufatti a terra. Un terzo soggetto, legale rappresentante di un' associazione, č stato denunciato a piede libero, in quanto dagli acceratamenti compiuti, sono emerse delle irregolaritā di carattere demaniale ed edilizio. I militari della Guardia costiera hanno inoltre scoperto e sequestrato una ampia area portuale non in gestione ad alcuna ditta/associazione del posto, consistente in 400 metri quadrati circa dove č stata realizzata una vera e propria discarica abusiva. I militari ed il personale di polizia municipale, hanno potuto constatare nel sito, la presenza di relitti abbandonati sull'arenile, rifiuti speciali, alcuni di essi probabilmente pericolosi per l'ambiente e per la salute pubblica. Tali rifiuti, classificati come scarti delle lavorazioni nautiche, data la tipologia del materiale rinvenuto (fibra di vetro logorata), avrebbero comunque emesso nell'aria esalazioni tossiche. E' stato individuato e sottoposto a sequestro penale ,a tutela della incolumitā pubblica e della sicurezza della navigazione, un fatiscente pontile risultato abusivo, realizzato da ignoti con materiale di scarto, servito da due scalinate ricavate con dei conci di tufo, anch'esse molto precarie e pericolose. Nelle vicinanze del pontile abusivo č stata individuata e sottoposta a sequestro penale un'area demaniale su cui erano posizionate delle fatiscenti bitte realizzate in tubi di plastica riempiti di calcestruzzo. Il tutto era presente nelle estreme vicinanze della Torre Saracena, in contrasto all'impatto paesaggistico, architettonico ed archeologico del sito. All'operazione č interessato, per competenza, l'ufficio Tecnico del comune di Ostuni. Sono giā state avviate le operazioni di recupero e smaltimento di tutti i rifiuti e dei manufatti illegali, al fine di bonificare il sito e restituire alla collettivitā la libera fruibilitā l'area portuale. L'operazione č stata comunicata alla Procura della repubblica presso il tribunale di Brindisi, che coordina le indagini in corso.

Dipendenza: Capitaneria di Porto Brindisi / Direzione Marittima di Bari
Comandante: C.V. (CP) Giuseppe Minotauro
Comandante in II: C.F. (CP) Paolo De Sanctis
Indirizzo: Via Regina Margherita n. 1 - 72100 Brindisi (BR) Tel: 0831/521022 - 0831/521023 / Fax: 0831/568113
E-mail: brindisi@guardiacostiera.it - so.cpbrindisi@mit.gov.it
Orari di apertura al pubblico: Dal Lun al Ven dalle 8.30 alle 11.30 - Mar e Gio anche dalle 15 alle 16.30



E-Mail contact harbours@harbours.net
Web Services by © 2004/2012 Internet Network Solutions - Italy/UE - All Rights Reserved
E' vietato l'utilizzo delle immagini pubblicate su questo sito senza il permesso scritto dell'editore.